Erised Magazien dedica al nostro fondatore Robert Wieser una lunga intervista per parlare del senso profondo di condividere un brindisi.

Mi dicevi che il vino non è importante, o meglio, qualsiasi vino può servire a compiere un brindisi.

Senza dubbio, la tipologia non rileva per il successo di un brindisi, anche perché il brindisi può essere fatto in qualsiasi momento, all’esordio di un pranzo o di una cena, ma anche dopo, quando cioè chi lo propone “sente” che quello è il momento giusto per farlo. Esiste quasi un momento magico, un momento fatto apposta per alzare i calici. Personalmente gradisco molto che si facciano quanti più brindisi possibile!

Continua a leggere „Sharing is Caring, nella luce del brindisi“ su Erised Magazine